Devastazione trimestrale, la formazione ufficiale

Canale Milan

di Ezio Azzollini

Impietosa è la rosa, impietoso è l’esordio, impietosi sono i commenti dei nostri lettori. Tra i più teneri, quello di chi paragona il Milan edizione 2012/13 alla raffazzonata, improvvisata e maldestra Longobarda di Canà. E probabilmente, il paragone tra il Niang attuale e l’Aristoteles della fiction cinematografica sorriderebbe del tutto al francese.
Tutto è impietoso, e niente è per caso. Non è per caso la sconfitta in casa, all’esordio, con un neopromossa, senza idea di gioco, senza entusiasmo, senza colpo ferire. Non è un caso San Siro semivuoto, non è un caso che si svuoti anche la poltroncina di Adriano Galliani ben prima del fischio finale. E non era un caso, probabilmente, anche lo scoop di Canale Milan: nei giorni del “rinnovo contrattuale” di Thiago Silva, la nostra redazione si accorse della sparizione dal sito dello store acmilan dell’immagine del brasiliano, che era sempre stato assieme a quattro suoi compagni (uno, ironia della sorte, era Ibra). La notizia fece il suo giro, rilanciata da parecchi organi di stampa, Thiago Silva riapparve, e vi fu una smentita ai limiti dello scherno per chi si era accorto della anomalia. Anomalia che probabilmente la sapeva più lunga di un qualsiasi errore di Photoshop. “Il tempo sarà galantuomo”, scrivemmo. Il tempo dei sassolini dalle scarpe, per CM, che fa il suo lavoro con passione, ma non per questo sempre prono alle ragioni di azienda, è arrivato.

Allora recitiamo, uno per uno, i nomi di una devastazione trimestrale. Recitiamoli, perché fa effetto, perché deve fare effetto. Recitiamo a memoria una intera formazione titolare, laterale destro escluso, scientificamente annientata in tre mesi fino all’ultimo pezzo, e non rimpiazzata. Recitiamola, perché nessuno lo fa, perché forse fa impressione farlo: Nesta, Thiago Silva, Zambrotta, Van Bommel, Aquilani, Gattuso, Seedorf, Ibrahimovic, Cassano. Questo è quello che nessun editoriale sarebbe in grado di dire, così, con lo stesso, disarmante effetto.

“Adesso fate così”, direbbero quelli bravi. “Poi, non salite sul carro dei vincitori”, direbbero. E avrebbero ragione: se alla fine andrà bene, che nessuno si azzardi poi a salire sul carro, se il Milan dovesse riuscire ad arrivare perfino sesto in classifica.

©RIPRODUZIONE RISERVATA. È consentita esclusivamente citando la fonte, Canale Milan o www.canalemilan.it

Commenta l’articolo nel forum di Canale Milan

Ti potrebbe interessare anche…

Post Originale:
Devastazione trimestrale, la formazione ufficiale

Pubblicato in Milan News,News Milan,Notizie