Interviste Milan – Sampdoria: Allegri, Abbiati, Montolivo e Nocerino

AcMilanMania

Inizio horror per il Milan in campionato che a San Siro cede alla Sampdoria per 1-0. non può ovviamente essere soddisfatto il tecnico rossonero Massimiliano Allegri, che però non vuole fare vittismismo: “Fare le vittime non serve a niente – dichiara a Premium Calcio -, dobbiamo ripartire da quanto di buono hanno fatto i ragazzi. Vista la diffidenza che c’è su questa squadra, ci sarà da crescere piano piano, all’inizio ci saranno delle difficoltà ma con serenità ed equilibrio torneremo a vincere, magari già da sabato prossimo”.

Uno dei senatori del gruppo, Christian Abbiati, prova a dare un senso alla sconfitta ai microfoni di Milan Channel:

Perdere la prima non è bello e non fa piacere però devo dire che dopo il gol i compagni hanno avuto una grossa reazione anche se non siamo riusciti a recuperare il risultato. Ci vuole un pizzico di pazienza perché questo Milan ha cambiato molto e sono arrivati molti giovani, ci vuole un po’ di tempo anche per trovare l’amalgama giusta nel gruppo. La pazienza non deve essere infinita, oggi la Curva e lo stadio si è comportato bene e sa che un ciclo è finito e non è che si può ripartire subito alla grande. L’apporto di Yepes? Noi volevamo subito portare il pubblico dalla nostra e Mario è uno molto carismatico, il suo apporto caratteriale è importante e avrebbe meritato il gol del pari. De Sciglio da Milan? Già lo è, deve essere più convinto dei propri mezzi, avere più fiducia in se stesso. Nel primo tempo è rimasto un po’ bloccato, mentre nella ripresa ha spinto di più. Ora pensiamo alla prossima, andremo a Bologna con la grinta giusta per cercare i 3 punti.


Deluso anche il neo acquisto Riccardo Montolivo, ecco le sue parole al canale tematico rossonero:

Mi sarei aspettato una gara diversa come inizio soprattutto per il risultato. Abbiamo creato molto nella ripresa, però ci sono cose da migliorare anche se siamo alla prima. C’è da lavorare in tutti i reparti, e adesso mancano un po’ i meccanismi e gli equilibri per una squadra che ha cambiato molto. Ci sono margini di miglioramento e capisco la scontentezza dei tifosi, siamo arrabbiati anche noi.

Dopo l’ottima stagione scorsa, parte con il piede sbagliato Antonio Nocerino, molto scontento anche per i tifosi rossoneri, anche se non vuole fare drammi:

Dispiace aver perso la prima in casa, ma non bisogna piangersi addosso è solo la prima giornata, ora vedremo dove abbiamo sbagliato e lavoreremo per migliorarci, ma non dobbiamo fasciarci troppo la testa. In generale è mancata anche un po’ di fortuna, ovviamente non dobbiamo cercare alibi, ma dobbiamo fare di più lavorando sul campo. Io ora penso insieme ai compagni di abbassare la testa e di pedalare. Anche l’anno scorso siamo partiti piano e dopo siamo migliorati andando in crescendo, sono fiducioso. L’appello che avevo fatto ai tifosi dagli Stati Uniti? Mi era venuto così perché nell’aria si sentiva un po’ di negatività, ma i tifosi non ci devono dimostrare niente, conosciamo l’amore dei tifosi. Il Milan va amato e sostenuto comunque perché è la squadra con più trofei, con una storia incredibile e siamo contenti di avere i nostri tifosi, speriamo di dargli soddisfazioni più avanti.

Articoli correlati:

Calciomercato Milan: colpo a sorpresa, arriva Nocerino dal Palermo

Allegri: “Non importa come, col Catania voglio tre punti”

Post Originale:
Interviste Milan – Sampdoria: Allegri, Abbiati, Montolivo e Nocerino

Pubblicato in Altre Notizie,Milan News,News Milan,Notizie,Ultime notizie